I Ludi alla Fortezza e la vita nella Orvieto medievale

itOrvieto

EVENTI STORIA

Uno spettacolare tuffo nel Medioevo

I Ludi alla Fortezza - danza col fuoco

Foto di Riccardo Bianchi

“Orvieto è uno scrigno d’arte, di cultura e di sapienza” come afferma Gianluca Foresi, direttore artistico, nel suo invito ai “Ludi alla Fortezza“. La rievocazione storica, a cura dell’Associazione Orvieto 1264 (anno dell’istituzione della Bolla Transiturus), in questi giorni sta offrendo alla città un autentico tuffo nel Medioevo. Giunta alla terza edizione, beneficia della collaborazione del Comune di Orvieto e delle varie associazioni che operano sul territorio per valorizzare la nostra storia. La spettacolare rievocazione, collocata nel fine settimana, tra la Festa di Pentecoste e la Festa del Corpus Domini, ricostruisce alla perfezione atmosfere e tradizioni originali.

Ludi alla Fortezza - Banchetto

Foto di Raimondo Cecere

Focus dei Ludi alla Fortezza: la donna nel Medioevo

La città, che ha come fulcro della manifestazione la Fortezza Albornoz, è animata da diverse e bellissime iniziative ospitate in vari spazi. Nel pomeriggio di giovedì, presso la Sala del Governatore del Palazzo dei Sette, abbiamo assistito a un’interessantissima conferenza con una relatrice d’eccezione. Elisabetta Gnignera, una delle massime esperte di storia del costume medievale e rinascimentale, insieme al giornalista Claudio Lattanzi, ha dato il via all’evento. L’incontro aveva come tema “Mode e limitazioni del lusso femminile nell’Italia del Trecento – A schifare le spese inutele”, uno spunto di riflessione sulle limitazioni all’ostentazione del lusso a cui Orvieto dedicò precise leggi statutarie. Erano presenti anche alcune Dame che indossavano degli splendidi abiti messi a disposizione dall’associazione Lea Pacini, che cura per la città il pregevole patrimonio del Corteo Storico. La sera è stata la volta dello speciale Banchetto medievale, supportato anche dal Castello delle Regine di San Liberato.

Ludi alla Fortezza - Dame

Foto di Raimondo Cecere

Una varietà di iniziative per un ampio pubblico

Una kermesse di spettacoli, mercatini, banchetti medievali ed incontri culturali dunque, che si svolge nella cornice della nostra magnifica rupe. Il programma di ieri pomeriggio, a Palazzo dei Sette, era dedicato alla presentazione del libro di Monia Montechiarini intitolato “Stregoneria: Crimine Femminile”. Si tratta di un’indagine storica su vere “Streghe”, ricostruita dai verbali dei processi dal Medioevo all’Età Moderna. Nel saggio il caso di Donna Prudentia, la Lamia di Blera, e altre streghe sono solo alcuni esempi che ridanno voce alle donne del passato la cui reputazione fu seriamente compromessa. Un’infinità di colpevoli di eresia o stregoneria, spesso condannate al rogo, di un’epoca di transizione in cui la donna aveva perso la sua sacralità. La serata invece ha visto protagonisti, alla Fortezza Albornoz, i Taberna Vinaria e le Muse del Diavolo con una suggestiva e ipnotica performance. Tra musiche e danze si potevano gustare dolci, vino e birra artigianale.

I Ludi alla Fortezza - Concerto

Foto di Riccardo Bianchi

Ricostruzione perfetta in una magica atmosfera

Oggi erano previsti ancora spettacoli, esibizioni, esperienze didattiche, dimostrazioni di antichi mestieri, attività ludiche e stand gastronomici. Domattina invece è in programma un appuntamento molto particolare con “Il maneggio della spada a due mani”, un seminario pratico su questa antica e nobile disciplina. I Ludi alla Fortezza hanno offerto anche numerose animazioni itineranti: Messer Lurinetto, l’Arca di Toma, Memento Ridi, gli Acrobati del borgo, Errabundi Musici, Sbezan “la Magia del Fuoco”, la falconeria “Alto Volo” i Falconieri del Re, la Compagnia d’Arme Santaccio di Chiusi e gli Arcieri e Balestrieri di Porta Rocca. Hanno partecipano inoltre le associazioni: “Orvieto e Medioevo”, Sbandieratori e Musici dei Quartieri di Orvieto e l’Associazione Rievocatori “La Rocca di Matilde” di Montefiascone. Un progetto ricco di volontari appassionati dunque, patrocinato da Regione Umbria, Comune di Orvieto, GAL Trasimeno-Orvietano e Associazione Umbra Rievocazioni Storiche.
Non resta che godere degli ultimi due giorni dandoci appuntamento all’anno prossimo!

Ludi alla Fortezza - Banchi

Foto di Gianluca Foresi

 

Uno spettacolare tuffo nel Medioevo ultima modifica: 2019-06-15T20:43:16+02:00 da Alexandra Rosati
To Top